MALDIVE: VACANZA PER POCHI? ASSOLUTAMENTE NO!

Quante volte pensiamo che alcune destinazioni di viaggio siano un sogno lontano da noi e che difficilmente riusciremo a realizzare… Uno di questi
le Maldive!
Ci sbagliavamo!
In queste due settimane abbiamo scoperto una modalità di Maldive nuova e poco sponsorizzata; ci pensiamo noi a svelarvela!

Quando si pensa al paradiso delle Maldive, le prime cose che vengono in mente sono: infiniti atolli, viaggi di nozze, costosi resort con meravigliose water villas su acque turchesi, tavoli imbanditi con cibi e bevande.

TUTTO VERO MA DIRE SOLO QUESTE COSE SAREBBE MOLTO RIDUTTIVO!

NOI ABBIAM SCOPERTO LE MALDIVE IN GUESTHOUSE!
“Scusa? Che significa?”

Da pochi anni, lo stato maldiviamo ha dato il via libera alla costruzione di piccole e curate guesthouse sulle isole dei locali pescatori maldiviani, aprendo una strada ad turismo totalmente nuovo e diverso!

Sara, la ragazza italiana alla quale ci siamo affidati, ci accoglie all’aeroporto di Malé e ci guida alla scoperta di alcune chicche della capitale maldiviana: i mercati locali del pesce e della frutta e la moschea principale.
Di colpo, ci sentiamo travolti dalla routine della città, quasi come se stessimo vivendo un dejà vu dell’India.

Dopo un’ oretta di speedboat dalla capitale ci siamo ritrovati nel nostro isolotto circondati da un mare che… Non sembrava vero!
Con una camera fronte spiaggia! Cosa volere di più?
Il cocktail di frutta ci dà il benvenuto sull’isola di Fulidhoo, nell’atollo di Vavuu, ospiti di Kinan Retreat Guesthouse per 8 giorni a cavallo del ponte dell’Immacolata.

Lei è Sara, responsabile della gestione dei clienti italiani nelle due guesthouse.
Seguite il suo profilo ufficiale: Maldive Inn Guesthouse.

PERCHÉ ABBIAMO SCELTO UNA GUESTHOUSE E NON UN RESORT ?

Sicuramente la prima risposta è di tipo ECONOMICO.
Vivere le Maldive in modo low cost, con un pacchetto all inclusive pensato apposta per voi, vi permette di unirvi a molte escursioni incluse, senza farvi mancare i classici trattamenti legati ai tre pasti.
Questo per noi è stato un valore aggiunto.

LA VERA VITA MALDIVIANA E LA TRADIZIONE.
Se come noi siete viaggiatori curiosi di conoscere culture e usanze diverse dalla nostra, soggiornare sulle isole di pescatori, vi porterà a stretto contatto con ritmi e tradizioni nuove ed insolite.

Non commettete l’errore che molti fanno.
Le Guesthouse NON sono ostelli con bagni in comune. No. Anzi !
Nella struttura dove siamo stati noi, le camere erano ampie Deluxe con una bellissima vista sulla spiaggia e sul mare turchese con servizio quotidiano di pulizia camere.

I pacchetti proposti dalle guesthouse di solito sono tre:
All inclusive: con colazione, pranzo e cena ed escursioni.
Pensione completa: con colazione, pranzo e cena.
Mezza pensione: con colazione e cena.

CHE ZONA SCEGLIERE PER UN VIAGGIO ALLE MALDIVE ?

Altra domanda molto importante è questa: “Dove vado?
Ricordatevi che le Maldive son composte da 26 atolli con più di 1200 isole quindi, scegliete bene in base ai vostri interessi.
Ci sono isole raggiungibili con semplici speed boat dalla capitale, mentre altre isole sono raggiungibili con un breve volo, costoso ma super panoramico in idrovolante dall’aeroporto di Male.

La fauna marina cambia in base alla zona e al periodo che sceglierete.
Per esempio, se cercate gli squali tigre, il sud sarà la zona migliore.
Se cercate gli squali nutrice, a pochi minuti di barca da Fulidhoo ne troverete 20/30 attorno a voi…
Scegliete bene!

PROBLEMATICHE LEGATE ALLA RELIGIONE ?

Le Maldive sono uno stato 100% di religione mussulmana e come tale, se scegliamo le tradizionali isole di pescatori, ci troveremo a dover rispettare alcune regole di buona educazione.
Ai turisti vien riservata una spiaggia interamente per loro nella quale, liberamente, possono prendere il sole in bikini.
Non ci sono divieti legati alle altre spiagge local, se non che, il bikini non è consentito!
In fondo, nulla di drastico! Risolverete il problema con un pantaloncino da mare.

QUALI SON STATE LE DIFFICOLTÀ PRINCIPALI ?

Siam rimasti colpiti negativamente da una sola cosa in particolare che, ahimè, caratterizza molto i paesi asiatici, e cosi pure le Maldive: la sporcizia.
Manca, quasi totalmente, il senso civico e la cura dell’ambiente circostante.
Trovare bottiglie di acqua, lattine schiacciate, sacchetti d’immondizia e sigarette sulle bianchissime spiagge delle isole paradisiache disperse qui e la nel mare, mi ha veramente ferito.
Sappiam bene che, la causa di tutto questo è imputabile solo all’uomo, ma purtroppo, si avverte un forte senso di menefreghismo da parte dei turisti e talvolta anche da parte dei locali.

Se dopo questo breve articolo vi ho incuriosito, potete trovare tutte le nostre storie e racconti in evidenza sul profilo Instagram cliccando qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: