UNA QUARANTENA PER RISCOPRIRSI

MA QUANTO È DURA STARE CHIUSI IN CASA?

Sempre più spesso, presi dai mille impegni, siamo travolti da un calendario fitto di appuntamenti e scadenze stringenti che ci fanno dimenticare tantissime opportunità che la vita ci serve “sul piatto d’argento”.

La difficilissima situazione sanitaria che sta travolgendo il nostro Paese, l’Europa e il Mondo intero, ci ha costretti ad una “prigione della routine“.
Si, mi piace definirla cosi, proprio perché, in pochi giorni, ci siamo trovati ad essere “azzerati” da tante certezze e tante abitudini.

Cosa è cambiato?
TUTTO
E nel dire questa parola, intendo proprio TUTTO.

Per tanti di noi, la sveglia del mattino suona ad orari differenti, oppure non suona più da molti giorni perché il lavoro è in fase di standby.
Il tanto atteso caffè del buongiorno al bar, con tanto di quotidiano e cornetto, si è trasformato ad esser tutt’altro.
Le ore di traffico, incolonnati nelle tangenziali delle nostre città si son ridotte ad essere un ricordo lontano.
Il pc di casa, che spesso accendevamo per navigare su internet o giocare a qualche videogioco è diventato il primo strumento di lavoro per chi può fare “Smart working”.
L’appuntamento in palestra con il Trainer che tanto ammiriamo, si è trasformato in un’insieme di workout improvvisati con il poco materiale che abbiamo in casa o per i più ambiziosi, con una serie di allenamenti Live con il proprio gruppo di amici sfruttando videochiamate e Dirette Ig.
La mascherina sul viso (che in molti paesi asiatici è normalità) è diventata una nostra amica/nemica.
Nemica? Si. Perché ci ha fatto capire quanto ci puzza l’alito al mattino! (ricordiamocelo tra qualche mese quando tutto tornerà “normale”).
La spesa, che per molti di noi era una processione tra 10 negozi differenti con la scusa di salutare più gente possibile, ora è diventata una toccata e fuga guardandosi attorno, con guanti e mascherina, come se il pericolo fosse proprio dietro di noi.
La Play Station, il Nintendo, il Tablet e la vecchia Wii…
Da quanto non spulciavamo più giochi e ricordi chiusi nel cassetto del salotto? Di colpo ci siamo improvvisati tornei tra genitori e figli.
I libri, che spesso ci “guardano” dallo scaffale, sporchi di polvere e coperti da cornici fotografiche, ecco che quasi d’improvviso, diventano l’evasione preferita per tutti coloro che fino ad oggi, non trovavano il tempo e la forza per fermarsi sulla poltrona a leggere un pò.
Pane e Pasta Fresca!
Chi si ricordava più il ricettario della nonna con i segreti per impastare qualcosa di “insolito”?
Basta guardare i Social per capire come, la cucina, in molte case sia diventato l’anello di congiunzione di rapporti che si erano affievoliti!
La primavera si avvicina, è vero! Il tempo del Solarium è arrivato! Alt!
Per queste settimane dovremo sfruttare il terrazzo di casa, con la nostra bellissima sdraio di plastica bianca!
L’auto, parcheggiata in garage, fatica ad accendersi perché sono settimane che non le facciamo prendere aria.
Tramite Instagram, ho visto alcuni di voi che han sfoderato “arti” quasi dimenticate! I social si riempiono di pitture e sculture, bricolage ed origami, lavori ad uncinetto. Tutto questo è fantastico!
Il giardino di casa, diventa un pò lo specchio di chi siamo, perché riassume tutta la nostra cura nell’arte del giardinaggio.

QUANTO TEMPO ABBIAMO?
COME ABBIAMO DECISO DI OCCUPARLO?

Gli esempi potrebbero essere infiniti!
Per me che, restare fermo in casa è un sacrificio IMMENSO, è diventata la possibilità di RISCOPRIRMI sfruttando le tante ore libere con tutti quei “vorrei” che ho sempre rimandato per svogliatezza o per poco tempo.
Mi son buttato nella basi elementari della cucina, a scuola di Papà Aldo.
Mi son iscritto ad un corso Online di Photoshop per apprendere quelle basi di autonomia che mi permetteranno di “giocare” su qualche scatto fotografico.
Ho riaperto libri e siti internet che raccontano i territori del Sud America e del Sudest Asiatico; così facendo, sogno!
Sogno quel giorno in cui mi diranno… Vai!
Puoi preparare di nuovo il tuo Zaino!

PARTIAMO CON IL NOSTRO VIAGGIO FOTOGRAFICO

Bergamo – Città Alta –

Quanto è strepitoso il nostro Paese?
Dall’estremo Nord all’ultimo paesino della Sicilia!
Una perla!
Abbiamo deciso di prendervi per mano e “saltare” da regione a regione toccando qualche “chicca”, per celebrare nel miglior modo possibile il nostro Bel Paese, che dopo anni, si ritrova ad affrontare un dolorosissimo sentiero in salita.

PARTIAMO PROPRIO DA CASA NOSTRA: BERGAMO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: